Freeride e Sci ripido

Scivolare in velocità solcando senza fatica la leggera polvere con il freeride.

Fuori pista con impianti di risalita o con piccoli avvicinamenti a piedi.
Durante le uscite si porrà l’attenzione sull’argomento "sicurezza" con un briefing sull’utilizzo dell’artva-pala-sonda e un esercitazione; verranno illustrate tecniche diverse per il controllo degli sci su qualsiasi tipo di neve e verrà insegnato come assicurarsi nei tratti ripidi e come individuare le zone sicure per la fermata.

Superate le due uscite, un professionista vi presenterà una lezione gratuita con powerpoint riguardante le valanghe, la nivologia e il soccorso.

Quando

Da fine Dicembre a Maggio, a seconda delle condizioni nivologiche.

Dove

Adamello, Dolomiti di Brenta, Dolomiti Centrali (gruppo Sella Pordoi, Marmolada) ,Dolomiti orientali (Cristallo, Tofane, ecc.), Solda, Senales, Stubai, Gressoney, Chamonix.

NB prima di affrontare i ghiacciai si consiglia di frequentare la giornata dedicata per il recupero da crepaccio.

Materiale

Casco da sci, sci da freeride, se possibile con attacchi basculanti, bastoncini telescopici, sacchetto pronto soccorso con teli termici, thermos, frutta secca, pelli di foca, imbrago, longe, ‘avalanche safty’, pala-sonda-artva, zaino 12/20L con ABS.

Vestiario

Intimo maniche lunghe e sottobraghe in microfibra o merinos, pile/polarteck, maglia a collo alto, pantaloni soft-shell o scholler, pantaloni in gore o pantaloni da freeride, giacca vento gore-tex e giacca piumino o sintetico, guanti fini e spessi, maschera occhiali e crema ad alta protezione solare.